Garante privacy: no al controllo indiscriminato dei lavoratori

23 giugno 2021

Non è possibile monitorare la navigazione internet dei lavoratori in modo indiscriminato. Indipendentemente da specifici accordi sindacali, le eventuali attività di controllo devono comunque essere sempre svolte nel rispetto dello Statuto dei lavoratori e della normativa sulla privacy.

È quanto affermato dal Garante per la protezione dei dati personali in un provvedimento sanzionatorio nei confronti del Comune di Bolzano, avviato sulla base del reclamo presentato da un dipendente che, nel corso di un procedimento disciplinare, aveva scoperto di essere stato costantemente controllato. L’amministrazione, che inizialmente gli aveva contestato la consultazione di Facebook e Youtube durante l’orario di lavoro, aveva poi archiviato il procedimento per l’inattendibilità dei dati di navigazione raccolti.

Archivio news

 

News dello studio

set17

17/09/2021

Greenpass: no per gli avvocati che accedono negli uffici giudiziari

Il Consiglio dei Ministri del 16 settembre 2021 ha adottato le nuove misure urgenti per  lo svolgimento in sicurezza del lavoro pubblico e privato mediante l’estensione dell’ambito applicativo

set16

16/09/2021

Media:Rifinanziato fondo con 20 milioni di euro per radio e tv locali

Il Mise ha adottato il 10 settembre u.s. il decreto che destina ulteriori 20 milioni di euro in favore delle emittenti radiotelevisive locali che si impegnano a trasmettere messaggi di comunicazione

set16

16/09/2021

Attività di recupero crediti: comunicazione a terzi di informazioni sull'inadempimento

La Corte di Cassazione (ordinanza n. 18783/2021) ha stabilito che, in tema di trattamento dei dati personali, integra una violazione del diritto alla riservatezza e dell'art. 11 del D.Lgs.