Attività di recupero crediti: comunicazione a terzi di informazioni sull'inadempimento

16 settembre 2021

La Corte di Cassazione (ordinanza n. 18783/2021) ha stabilito che, in tema di trattamento dei dati personali, integra una violazione del diritto alla riservatezza e dell'art. 11 del D.Lgs. n. 196 del 2003, il comportamento di un creditore il quale, nell'ambito dell'attività di recupero credito, svolta direttamente ovvero avvalendosi di un incaricato, comunichi a terzi (familiari, coabitanti, colleghi di lavoro o vicini di casa), piuttosto che al debitore, le informazioni, i dati e le notizie relative all'inadempimento nel quale questo versi oppure utilizzi modalità che palesino a osservatori esterni il contenuto della comunicazione senza rispettare il dovere di circoscrivere la comunicazione, diretta al debitore, ai dati strettamente necessari all'attività recuperatoria.

Archivio news

 

News dello studio

ott27

27/10/2021

Harmonised definitions for over-the-top services indicators

During the 48th BEREC plenary meeting, the Board of Regulators adopted the “BEREC Report on harmonised definitions for indicators regarding over-the-top services, relevant to the electronic

ott27

27/10/2021

New Sabatini Law

The "Nuova Sabatini", the measure of the Italian Ministry of Economic Development which aims to support the productive investments of small and medium-sized enterprises for the purchase of capital goods,

ott27

27/10/2021

Anti-Money Laundering legislative package (AML)

On 22 September 2021, the EDPS published his Opinion on the European Commission’s proposed Anti-Money Laundering legislative package (AML). The proposed AML package takes a risk-based