Protocollo d'Intesa tra Procura di Roma e Garante Privacy

11 gennaio 2019

 

Protezione dati: firmato protocollo tra Procura di Roma e Garante privacy

La Procura della Repubblica di Roma - nella persona del Procuratore Giuseppe Pignatone - e il Garante per la protezione dei dati personali - nella persona del Presidente Antonello Soro - hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per l’attuazione delle nuove norme sulla protezione dei dati personali introdotte dal d.lgs. 101 del 2018

In particolare, il protocollo intende disciplinare le modalità attuative della norma che impone al pubblico ministero di informare senza ritardo il Garante qualora abbia notizia di specifici reati in materia di protezione dei dati personali, consentendo quindi il migliore esercizio dell’azione di accertamento di eventuali illeciti e coordinando nella maniera più efficiente i procedimenti sanzionatori penale e amministrativo. 

A tal fine, si prevede in particolare che alla comunicazione sia tenuto il pubblico ministero assegnatario del procedimento e non il Procuratore della Repubblica, in ragione della specifica competenza propria del primo in ordine al procedimento stesso e di esigenze di celerità dell’informazione, soddisfatte evitando il passaggio ulteriore dal p.m. procedente al Procuratore, possibile causa di dilazione temporale.

Il protocollo individua inoltre, nell’avvenuta notifica, all’indagato e al difensore, dell’avviso di conclusione delle indagini, il momento a partire dal quale deve essere effettuata, appunto senza ritardo, la comunicazione al Garante degli elementi necessari ai fini dell’accertamento di eventuali illeciti in materia di protezione dei dati personali correlati al fatto di reato. Tale scansione procedimentale consente di rispettare nella maniera più rigorosa il segreto investigativo in relazione al procedimento penale in corso e l’efficienza dell’azione del Garante, limitando la comunicazione ai casi nei quali gli elementi acquisiti siano idonei a sostenere l’accusa in giudizio. 

Il protocollo ha efficacia biennale ed è soggetto a rinnovo tacito, salvo contrario avviso delle parti.

Roma, 8 gennaio 2019

Fonte: Garante Privacy



Archivio news

 

News dello studio

mar20

20/03/2019

European Commission fines Google €1.49 billion for abusive practices in online advertising

Today, the European Commission has fined Google €1.49 billion for breaching EU antitrust rules. Google has abused its market dominance by imposing a number of restrictive clauses in contracts with

mar18

18/03/2019

BEREC delivers on the first tasks under the European Electronic Communications Code

On march 18, 2019, Berec issued guidelines on intra-EU communications. In the light of the new European Electronic Communications Code, the Board of Regulators of the Body of European Regulators

mar18

18/03/2019

Dismissioni e trasferimento utenze

In data 11 marzo 2019, in merito agli obblighi di cui alla delibera 487/18/cons, di cui alle comunicazioni già intercorse sul punto nei mesi di dicembre e gennaio, l’Agcom ha reso pubblicato